ROAD TO WDW – GIORNO 1

GIORNO 1 – 13 Luglio 2018

Bari – Sarajevo
Km 469 (incluso mare )

Carburante: 33 €
Nave: Bari – Dubrovnik 95,05 €
Camping: 10€

Avevo già percorso la Croazia nel 2014, un bellissimo viaggio con degli amici. È stato l’ultima volta che ho viaggiato in gruppo. Credo che rimarrà tale! Almeno fino ad oggi! È difficile che viaggio in compagnia, per tanti motivi! Sono uno che quando sono in moto in modalità #travelbike non amo avere vincoli ma soprattutto non voglio vincolare nessuno! Ognuno di noi ha le proprie esigenze e gusti: C’è chi ama visitare esclusivamente le città, chi sta perennemente in strada, chi odia il campeggio, chi non vuole fare soste per ammirare la natura, chi vuole stare comodo seduto a pranzo in un ristorante. Ed è giusto che ognuno vive il proprio viaggio come meglio crede! Poi ci sono io che vuole fare tutto e niente! Quello che mette in moto e…. Va beh poi si pensa! Oppure adesso mi fermo qui!
Ripercorro la litoranea croata nel senso inverso rispetto la prima volta. Quella volta Lara era una teenagers aveva pochi km. Adesso mi è diventata una “milf “! Il suono è più corposo, borbotta, apro il gas è risponde immediatamente, adesso ha l’esperienza! Mi ero dimenticato di quanto fosse bello viaggiare con lei. Ci “impasticchiamo ” di curve, entriamo nel territorio Bosniaco. Alla dogana, il poliziotto mi chiede i documenti e la carta verde dell’assicurazione. Ahimè! all’interno della carta si erano incastrati 10€! Gli cadono per terra, gli chiedo subito scusa e gli spiego che all’interno del porta documenti custodivo dei contanti. Tutto regolare! Sono in Bosnia-Erzegovina . Continuo felice e contento per svariati km! Fino a quando dallo specchietto noto una pattuglia con lampeggiante acceso, accendono anche la sirena e mi lampeggiano. Minkia a me è!
Mi fermo e con un bel sorriso lo saluto! Lui ha una grande faccia di ca… ca… Cavernicolo! Si accerta che non ho video camere accese e mi chiede i documenti. Mi invita ad accomodarmi all’interno dell’auto di servizio, sul posto passeggero anteriore! Il suo collega si siede dietro. Nella mia mente…  Boo forse perché c’è cattivo tempo? Che gentile pensai. Ma mi suonava strano da noi non esiste che le forze dell’ordine ti fanno sedere davanti! Magari dietro, se hai fatto qualche minkiata! Mi spiega, facendomi uno schizzo nella sua agenda, che avevo sorpassato tre auto con la striscia centrale continua. Io non ricordavo! Avevo fatto diversi sorpassi! Non potevo contestare. Abbasso la testa e gli chiedo scusa! Ho sbagliato.
Niente… Prende un’altro libro, quello nero! Vuole punirmi! 150 € di multa, che dovrò pagare immediatamente e ritiro patente per 30 giorni! Dopo un mese dovrei ritornare per ritirarla. Supplico in tutte le lingue: è la prima volta che vengo in Bosnia, ti prego! Pago la multa ma non ritirarmi la patente. Mi serve per lavoro! Cambia versione.. Mi fa pagare ma non mi toglie la patente! 150 € da pagare subito! Ma senza bollettino!
Il mio cervello si disconnette dalla bocca ed inizia a pronunciare delle frasi fatte e veritiere : Figlio di una ladra! Bastardo! Pezzo di merda! Tutte a medicine le devi spendere! Che un nero sordo ti somatizzi! Continua con insulti in dialetto siciliano…. Che lasciamo stare!
Cerco di ritornare lucido! Esco dalla macchina con la scusa di rimuovere la gopro e riparare la borsa, dalla pioggia . Prendo il cellulare, volevo attivare la camera per riprendere di nascosto “l’estorsione”. Penso che lui abbia capito il movimento e mi fa appoggiare il telefono sul cruscotto! Inizia una trattativa e riesco a chiudere l’estorsione a 50€. Il bastardo, mi dice di appoggiare i soldi nel vano porta oggetti! È furbo! Non prende i soldi in mano! Se vanno, salutadomi pure! La giornata è finita malissimo, sono incazzato! Non mi godo la strada e neanche la pioggia battente. Gli insulti, all’interno del casco continuano fino a Sarajevo. Trovo un campeggio, con un bel ruscello adiacente! Cerco di dimenticare l’episodio e godermi il posto.
A medicine le devi spendere! 👮‍♂️💩

« 1 di 2 »

 

Potrebbero interessarti anche...