GIORNO 10 NORDKAPP – SKITBON

Giorno 10 Nordkapp – Skitbon

Km 503
Carburante 39 €
Cottage 30 € (fa cagare )

Ieri notte, a letto, per la prima volta, ho percepito la distanza di casa. Mi mancava la mia Amorosa, gli amici e da non crederci anche il lavoro! Il posto dove abbiamo dormito era sull’artura di Nordkapp, non c’era praticamente niente a parte due campeggi vicini… una atmosfera surreale! Ero a 4900 km da casa, in moto, in un posto straordinario, ma nello stesso tempo sperduto. Mi sono addormentato… il risveglio invece, ha preso un’altra piega! Mi sentivo leggero, sereno e prontissimo a fare strada! Salutiamo di nuovo il buon Paolo che abbiamo incontrato al bar del camping, altre due foto baci e abbracci…. ed ingraniamo la prima! Dovevamo ripercorrere di nuovo i 130 km che avevamo fatto il giorno prima. E come se avessi fatto quella strada un migliaio di volte. Conoscevo curve, ponti gallerie e dove pascolavano le alci. La discesa è stata la colazione! Due staccate e molte pieghe! Raggiungiamo la E6 e imbocchiamo direzione Alta per iniziare la picchiata verso il sud della Norvegia. I primi km della E6 attraversano piccoli boschi, successivamente pianure con poca vegetazione e dopo lo spettacolo tanto atteso: Il litorale occidentale norvegese se così vogliamo chiamarlo! A mio parere è stato progettato per i motociclisti! ! L’asfalto è di prima scelta! Realizzato per dare la massima aderenza in condizioni di ghiaccio, figuriamoci nell’asciutto e soprattutto stamattina che c’era il sole che ci ha accompagnato l’intera giornata! Percorro questi sali e scendi dalle montagne con curve veloci e strette. i limiti di velocità sono di 80 km orari che spesso non ho rispettato. ti godi lo spettacolo dei fiordi che ti lascia senza fiato! Io non credevo ai miei occhi! Mi imbattevo spesso in delle piccole cascate a ridosso della strada, causate dallo scioglimento della neve in cima alle montagne. Abbiamo percorso 350 km circa con questo spettacolo! Soste di pochi minuti per le foto e subito partivamo. Eravamo affamati, volevamo vedere cosa c’era oltre quella curva o tunnel. ci fermiamo ad Alta noto una insegna “Pizza e Kebab Milano ” con i colori della nostra bandiera! . Pranziamo qui. il Jappo era più affamato di me. Entro nel locale ed esclamo : Buongiorno! La cameriera mi guarda strana torce pure il naso! Risponde : hello! Capi che era una mega tarocco di pizzeria. Ordiniamo entrambi una capricciosa, da noi è quella considerata una delle più sostanziose! Ci porta la pizza dopo pochi minuti! Il Jappo esclama : ma i condimenti gli sono caduti nel tragitto cucina – sala! Insomma la pizza era come l’insegna! Ripartiamo e riprende lo spettacolo lasciato! Curve e fiordi, curve e fiordi, foto fiordi e curve! Arriviamo a Skitbon! prendiamo un cottege ai piedi di un fiordo. Il panorama è bellissimo! Abbiamo pagato 60 €!! Secondo me i proprietari di questi camping se ne approfittano. Comunque, scarichiamo il tutto, riordiniamo le idee per domani, scrivo un messaggio ai prossimi ospiti che dormiranno sul mio letto. Indosso per la prima volta gli occhiali da sole ultra oscurati e mi metto a dormire! Spero di non sognare le Isole Lofoten! Perché domani la destinazione è quella!

« 1 di 2 »
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbero interessarti anche...